Sicurezza a Castel Bolognese. Quali prospettive ad un anno dall’emergenza sicurezza.

Come tutti saprete l’ ordine del giorno sulla sicurezza venne scritto in seguito alla catena di episodi di criminalità che si successero nell’Aprile dello scorso anno. A fronte di questi episodi ci fu la responsabilità di tutte le forze politiche che siedono in consiglio comunale di approvare un ordine del giorno il più ampiamente condiviso al fine di cogliere tutte le sensibilità della cittadinanza cercando di capirne le ragioni.

 Al problema sicurezza si pensò quindi di ovviare con due tipi di interventi. I primi avrebbero dovuto risolvere l’emergenza mentre i secondi dare una prospettiva di stabilità strutturale nel medio e lungo periodo.

Per quanto concerne alla soluzione dell’emergenza il Sindaco e la Giunta si sono adoperati al meglio soprattutto per la fase di coordinamento delle forze dell’ordine e per la richiesta al Prefetto di un maggior presidio del territorio nella fascia del comprensorio faentino, che hanno avuto il giusto impatto deterrente e hanno fatto passare il messaggio che la comunità castellana non era allo sbando ma ben presidiata e con un governo forte.

In seguito sono state adottate misure che hanno dato una prospettiva di medio periodo. È infatti da considerarsi importante l’ampliamento della videosorveglianza, realizzato sia con risorse proprie che con finanziamenti regionali, che svolge e svolgerà quella funzione di deterrenza utile inoltre a garantire un maggior controllo del territorio. Inoltre la convenzione approvata in consiglio comunale il 27/11/2012 n° 57 e votata a larga maggioranza(14favorevoli e 1 contrario) va proprio nella direzione di un maggior coordinamento delle forze dell’ordine del territorio ponendo a capo dell’unione la funzione di Polizia Municipale.

Fare un analisi accurata della situazione odierna ci porta quindi a comprendere come le misure adottate fino ad oggi chiudano la fase uno di risoluzione dell’emergenza e di una prospettiva nel medio termine ed aprano  la fase due per dare effettiva efficacia all’ordine del giorno ponendolo in un ottica di lungo termine.

Nei prossimi mesi l’amministrazione sarà infatti chiamata a confermare al Governo appena insediato la disponibilità per la realizzazione della Caserma dei Carabinieri, qualora venga dall’Arma la disponibilità all’aumento dell’organico della stazione. Inoltre si potrà continuare nell’organizzazione di momenti di dibattito pubblici sul tema della sicurezza e a sensibilizzare anche l’istituzione scolastica ad eventi simili.

Il punto fondamentale sul quale però l’amministrazione si adopererà sarà il progetto di riqualificazione del nuovo centro storico . Partendo quindi una riqualificazione fisica di Piazza Bernardi che ne migliori le qualità estetiche, arrivando poi ad una riqualificazione civica e morale del centro storico con l’organizzazione di iniziative con le associazioni del territorio per far vivere e per far presidiare direttamente ai cittadini il nostro centro che vogliamo APERTO, VIVO e VIVIBILE.

 

 

Con questo filo logico l’amministrazione opera e opererà sempre con l’intento di garantire una migliore sicurezza ai cittadini che dovranno diventare parte attiva di questo difficile processo di civismo e cittadinanza attiva e responsabile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...