PRIMARIE 2014 – IL PROGRAMMA

LE MOTIVAZIONI DELLA MIA CANDIDATURA

IL CENTRO STORICO. La priorità nei prossimi anni dovrà essere sicuramente quella di far tornare a vivere il centro storico, a partire dalle Piazze Bernardi e Fanti. Sia progettando l’hardware ovvero rifacendo fisicamente pavimentazione e illuminazione, sia facendo vivere il centro storico realizzando un piano del commercio ed incentivando l’associazionismo ad intraprendere iniziative che portino la gente in Piazza.

“Riqualificando il centro storico e rendendo viva e vivibile la Nostra Piazza, daremo sicurezza alla città con un circolo virtuoso che si ripercuoterà anche sul piccolo commercio locale.”

VIABILITÀ COMUNALE. Occorre ridisegnare la viabilità comunale, proseguendo con l’opera di messa in sicurezza degli incroci più a rischio e dando organicità al sistema di piste ciclabili, ossatura sulla quale si dovrà progettare la Castel Bolognese del 2024.

“Solamente progettando una viabilità per gli utenti deboli, ciclisti, pedoni e i nostri bimbi del Piedi Bus progetteremo una città davvero sicura”

CIRCONVALLAZIONE. Prioritaria sarà la realizzazione della Circonvallazione. Occorre chiudere il progetto iniziato con la realizzazione dei 3 sottopassi, della rotonda sulla Borello e del Casello Autostradale, per evitare che si formi il “collo di bottiglia” e per consentire alla nostra città di RESPIRARE. Avere la volontà politica di fare la circonvallazione vuol dire procedere subito con la progettazione definitiva e rendere immediatamente cantierabile l’opera.

“La grande opera di cui Castel Bolognese ha bisogno deve essere realizzata in tempi certi e di concerto con il Ministero delle Infrastrutture. Infrastrutture efficienti sono indispensabili per far competere le nostre imprese nel panorama intenzionale e per ridare sicurezza al nostro centro.”

UNIONE DEI COMUNI. L’investimento maggiore lo dovremo fare nell’Unione dei Comuni. Costruendo un ufficio unico per prendere i finanziamenti europei e che ci dia la forza di iniziare a progettare il nostro territorio in maniera comune.
Dal punto di vista della sicurezza occorrerà proseguire nell’unione delle forze di polizia municipale che, coordinate tramite prefetto, all’arma dei Carabinieri, dovranno contrastare efficacemente la prostituzione e la criminalità.

“L’unione fa la forza e questo slogan dovrà essere alla base dei prossimi 10 anni della nostra amministrazione. Solamente vedendo il nostro territorio in ottica di insieme riusciremo a governare al meglio il cambiamento”

AMBIENTE, RIFIUTI  ED ENERGIA. Dovremo promuovere ed incentivare la realizzazione di progetti di riduzione dei rifiuti da effettuare in collaborazione con le attività produttive, le associazioni di volontariato e migliorando nel sistema di raccolta differenziata raggiungendo l’obiettivo europeo del 70 %.
Sul piano energetico dovremo lavorare per efficientare gli edifici pubblici e programmare un piano comunale di illuminazione pubblica in  modo tale da renderla più efficiente e meno costosa.

“La nostra qualità della vita passa anche attraverso politiche ambientali sostenibili e di ampio respiro”

WELFARE E SCUOLA. Il fiore all’occhiello della nostra città è sicuramente il sistema integrato dei servizi 0-100 anni che viene offerto. Dovrà essere il nostro obiettivo quello di mantenere alto il livello di qualità dei servizi cercando laddove possibile di aumentarlo.
Un occhio di riguardo dovrà essere tenuto nei confronti della lotta alle nuove povertà, nei confronti delle quali noi agiremo con convinzione e convinti che non si debba lasciare indietro nessuno!

“La nostra maggiore sicurezza è quella di avere servizi adatti ai nostri bisogni, dagli asili nido alle case per gli anziani, dalle nostre scuole ai servizi per la terza età”

PARTECIPAZIONE. Tutte le scelte che compieremo saranno frutto di percorsi che partiranno dall’informazione, dall’ascolto quindi dalla partecipazione condivisa. Così come ci dice la nostra Costituzione all’articolo 118, i cittadini saranno per noi una risorsa imprescindibile per il buon governo della città.

Stato, Regioni, Province, Città Metropolitane e Comuni favoriscono l’autonoma iniziativa dei cittadini, singoli e associati, per lo svolgimento di attività di interesse generale, sulla base del principio della sussidiarietà”

CULTURA E TURISMO. Con la cultura si mangia! Propongo un patto per la cultura a Castel Bolognese. Pubblico e privato si alleino per dare al Mulino di Scodellino e al museo Civico una prospettiva comune. Si può fare un project financing per consentire al Mulino di vivere e tramite fondi europei si può inserire il tutto in un progetto che parta dalla diga steccaia e tramite il canale dei mulini valorizzi anche il parco fluviale. Cultura come mix di storia, enogastronomia e sport!

4 pensieri su “PRIMARIE 2014 – IL PROGRAMMA

  1. Pingback: Castel Bolognese, primarie per il candidato sindaco. Votate il sondaggio.

  2. bel programma, ma ci saranno si so
    ldi??????

  3. mi sembra un programma povero e non credibile, l illuminazione e gia sufficiente quella che c e, riguardo a casello autostradale e gia 20anni che viene proclamato dalle varie amministrazioni, ma non sie concluso mai nulla per il resto ritengo il progrmma descritto sopra veramente privo di significato grazie giancarlo berardi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...